FILM DI FINZIONE COLLETTIVO
AI TEMPI DEL CORONAVIRUS

 

La Direzione Artistica del Roma Creative Contest presenta “Quarta Parete”, film collettivo progettato per mantenere alto lo stimolo creativo dei filmaker durante la quarantena che sta vivendo il nostro paese per affrontare l’epidemia del Covid-19.

La sfida per i partecipanti è quella di realizzare da casa e con i mezzi che hanno a disposizione un cortometraggio di finzione dal taglio cinematografico della durata massima di 15 minuti. Dei veri e propri prodotti cinematografici che prendano le distanze dai contenuti social e di stile documentaristico ai quali ci siamo abituati in questi giorni.

I cortometraggi migliori saranno montati insieme e daranno vita ad un film collettivo, che sarà presentato in anteprima alla 10° edizione del Roma Creative Contest.

Ogni storia sarà collegata alle altre con dei link narrativi proposti nel bando che ogni concorrente dovrà girare, nei limiti delle sue possibilità, indipendentemente dalla sua specifica storia.

Il final cut sarà firmato dal montatore pluripremiato Marco Spoletini (Dogman, Gomorra, Il Racconto dei Racconti, Pinocchio, Velocità Massima, La Terra dell’Abbastanza)

L’obiettivo è quello di rappresentare attraverso un’idea creativa il momento che stiamo vivendo nelle sue diverse e molteplici sfaccettature. Ogni storia potrà essere selezionata nella sua interezza o in una parte di essa.

Per partecipare ogni filmaker dovrà seguire le linee guida e il regolamento di questo bando, che potranno essere suscettibili di ulteriori modifiche che verranno costantemente aggiornati sul sito www.romacreativecontest.com 

L’iscrizione al concorso è gratuita. La prima deadline per l’invio dei progetti è fissata al 30 Maggio 2020

 

LINEE GUIDA

Con il diffondersi della pandemia in tutto il mondo e la conseguente impossibilità di uscire di casa se non per brevi momenti, l’abitazione dove ci troviamo torna al centro della nostra vita, sotto forma di rifugio sicuro nel quale proteggerci ma anche di gabbia dorata che ci divide dagli altri. 

E’ in questo contesto che la creatività può sprigionarsi per concepire delle brevi storie, delle suggestioni che riguardano noi e chi ci è vicino in questo momento, delle riflessioni elaborate attraverso la creazione di immagini evocative.

Ogni autore è libero di rappresentare qualsiasi tipo di storia mentre il Festival si occuperà di legare le varie storie tra loro attraverso degli elementi narrativi comuni a tutti che sfruttano come punto di contatto i muri e le finestre delle nostre case. 

Il muro potrà essere concepito perciò in molteplici maniere differenti: come barriera che separa o unisce dimensioni diverse; punto di contatto tra vicini, sconosciuti o nemici; stimolo di curiosità e fantasie, visioni e allucinazioni; oggetto di indagini e investigazioni; protezione rassicurante da pericoli avvertiti dall’esterno, suggestioni e paranoie; nascondiglio di paure e vergogne, crimini e perversioni; sipario dietro il quale poter dare spettacolo ed esibirsi anonimamente; surrogato di una platea immaginaria, ovvero della “quarta parete”.

Il protagonista / i protagonisti di ogni storia vivono la loro vicenda in casa e quindi circondati da diverse pareti.

Bisogna immaginare che dietro ogni parete che ci divide dalla casa accanto ci sia uno scenario diverso, una storia diversa, che riusciamo a sentire e che ci provoca una reazione, offrendo in questo modo al montaggio il link necessario per spostarci da una storia all’altra.

I link per collegare le storie sono proposti dalla Direzione Artistica del Roma Creative Contest (vedi in basso), i partecipanti dovranno realizzare almeno 2 dei link proposti dal Festival (1 di azione e 1 di reazione) da posizionare all’interno della propria storia. I partecipanti sono invitati a inserire più link possibili, scelti tra quelli di azione, quelli di reazione e quelli facoltativi (vedi tabella sotto). In questo modo offriranno al montaggio più elementi utili alla connessione delle diverse storie.

Questo meccanismo permetterà di montare le storie non integralmente una dopo l’altra ma anche attraverso varie scene alternate tra loro, attraverso degli escamotage di montaggio.

 

LINK

LINK OBBLIGATORI PROPOSTI DAL FESTIVAL PER COLLEGARE LE DIVERSE SCENE:
(ricordiamo che i partecipanti devono scegliere obbligatoriamente almeno 1 link tra quelli di azione e 1 link tra quelli di reazione)

AZIONI

  • Dai un colpo alla parete / soffitto / pavimento 
  • Entra in casa e chiudi la porta
  • Affacciati alla finestra e guarda verso un’altra finestra
  • Genera suoni / rumori forti nel tuo appartamento (accendi la musica /  suona uno strumento / parla ad alta voce / canta sotto la doccia / balla scatenato / ecc..)
  • Genera un odore  (cucinando / fumando / ecc..)
REAZIONI

  • Appoggia l’orecchio al muro per metterti in ascolto
  • Guarda attraverso lo spioncino della porta di casa
  • Ti senti osservato da fuori e chiudi le tende della finestra
  • Reagisci ai suoni / rumori / conversazioni provenienti dalla casa accanto (piano d’ascolto)
  • Senti un buono / cattivo odore che arriva dalla casa accanto

Le azioni e reazioni proposte sono generali e indicative, ad esempio un colpo al muro può essere dato con la scopa piuttosto che con il pugno o mettendo un chiodo, ecc…

Il Festival si riserva di richiedere nuovi e/o ulteriori link ai filmaker selezionati.

LINK FACOLTATIVI:
(inserendo alcune di queste specifiche inquadrature offrirai al montaggio ulteriori elementi visivi e narrativi utili alla connessione delle diverse storie)

 

  • Apri il frigorifero, dai un’occhiata, prendi qualcosa e richiudilo (inq. dall’interno del frigo
  • Apri il forno, inserisci un teglia da cuocere, richiudilo. (inq. dall’interno del forno)
  • Apri il forno, prendi la teglia fumante, richiudilo. (inq. dall’interno del forno)
  • Apri lo sportello della lavatrice, metti i panni, richiudilo (inq. dall’interno della lavatrice)
  • Apri lo sportello della lavatrice, togli i panni, richiudilo (inq. dall’interno della lavatrice)
  • Accendi la musica, alza il volume, abbassa il volume, spegni.
  • Accendi la tv, fai zapping, spegni (inq. dello schermo + inq. del telecomando)
  • Fai le flessioni / addominali (inq. laterale su sfondo bianco – entra in campo e riesci completamente)
  • Lavati le mani strofinandole energicamente (dettaglio molto stretto)

REGOLAMENTO

1- Il concorso è gratuito e si rivolge esclusivamente ad opere in lingua italiana, girate da filmaker di qualunque età durante il periodo di quarantena, seguendo le linee guida e il regolamento del presente bando di concorso.

2- Le opere dovranno essere consegnate in formato 16:9 orizzontale (1920×1080 a 25fps), a colori, girate preferibilmente con camere professionali, ma anche con reflex, action cam e cellulari, purchè venga garantita una sufficiente qualità audiovisiva.

3- Tutti i cortometraggi verranno visionati dalla Direzione del Festival, che selezionerà i migliori per il final cut di “Quarta Parete”. Inoltre potrà selezionare le opere iscritte per eventuali rassegne, eventi speciali e proiezioni “fuori concorso”, parallele alla competizione ufficiale. Le opere selezionate verranno tagliate e rieditate per il loro inserimento all’interno del film definitivo. Il film verrà presentato in anteprima alla decima edizione del Roma Creative Contest. Il giudizio della Direzione Artistica è insindacabile.

4- Ogni cortometraggio per essere preso in considerazione dovrà contenere almeno 4 dei link narrativi proposti dal festival (vedi tabella). I link dovranno essere inseriti all’interno del cortometraggio (2 di azione e 2 di reazione).

5- L’iscrizione dei cortometraggi avviene esclusivamente attraverso il sito www.romacreativecontest.com , inviando la scheda di iscrizione compilata e firmata all’indirizzo quartaparete@romacreativecontest.com insieme a un link privato del cortometraggio scaricabile (Vimeo, Dropbox, Google Drive, ecc.)

6- Il cortometraggio dovrà essere inviato nel formato file .mov o .mp4 (H264 o AppleProRes / Audio Stereo)

7- Il cortometraggio non dovrà contenere alcun titolo stampato sulle immagini, ma eventualmente soltanto su cartello.

8- Nel caso in cui il corto venga selezionato, successivamente potrà essere richiesto ulteriore materiale per agevolare il lavoro di accorpamento dei diversi cortometraggi nel montaggio complessivo. Ad esempio potrà essere richiesto il file di progetto del montaggio (.xml / .edl / .aaf) o l’audio in tracce separate  (.wav / .aiff / .mp3).

9- Le opere selezionate, la cui disponibilità sia già stata confermata dagli aventi diritto, non possono essere successivamente ritirati dal Festival per alcuna ragione.

10- Le opere presentate non devono contenere messaggi pubblicitari.

11- La Direzione del Festival, in conformità con le regole stabilite in materia di copyright, considera le opere ricevute esenti da qualsiasi diritto di proprietà artistica o dai diritti che potrebbero appartenere a terzi. Proprio in quanto partecipanti al concorso, gli autori si impegnano a garantire gli organizzatori contro qualsiasi azione che potrebbe essere esercitata contro di loro dagli aventi diritto. Gli organizzatori del concorso non potranno in alcun modo essere ritenuti responsabili in caso di contestazioni. Gli autori delle opere sono responsabili dei contenuti delle rispettive opere inviate e della diffusione per mezzo di esse di musica non originale protetta da diritti d’autore e di musica e/o immagini originali.

12- Nel caso in cui l’opera venga selezionata ed entri a far parte del film collettivo l’autore dovrà cedere i Diritti di proprietà intellettuale nonché di utilizzazione dell’opera all’ Ass. Culturale Images Hunters (non è previsto nessuno sfruttamento economico dell’opera). Gli autori saranno debitamente citati nei crediti del Film collettivo.

L’iscrizione e la partecipazione a “Quarta Parete” implicano l’accettazione incondizionata del presente regolamento in tutti i suoi punti. Il bando sarà costantemente aggiornato e disponibile sul sito romacreativecontest.com . La Direzione del Festival può prendere decisioni relative a questioni non previste dal presente regolamento. Per ogni eventuale controversia è competente il Foro di Roma, e fa fede la versione italiana del presente regolamento.

Tutti i premi in palio per le sezioni competitive del concorso, i nominativi dei componenti della Giuria e la lista dei cortometraggi selezionati saranno resi pubblici e aggiornati sul sito internet romacreativecontest.com